lunedì, 10 Maggio , 2021
16 C
Italy
Home Cultura Intervista a LA CASE Books - 10 anni di bestseller digitali

Intervista a LA CASE Books – 10 anni di bestseller digitali

Tra i titoli di maggior successo dell’editore californiano l’audiolibro dedicato alla storia di
Felice Maniero
, MindFoodNess di Emanuel Mian, e quello sui misteri dell’Area 51

LA CASE Books è un progetto editoriale nato nel 2010 da un’idea di Jacopo
Pezzan e Giacomo Brunoro. Casa editrice specializzata in eBook e Audiolibri, LA CASE
Books
è presente in tutti i più importanti digital store mondiali con un catalogo che sfiora i 600 titoli in 7 lingue (inglese, italiano, tedesco, francese, spagnolo, russo e polacco).
Quest’anno l’editore digitale californiano festeggia i primi 10 anni di attività, 10 anni
all’insegna della sperimentazione, delle scelte controcorrente e dell’innovazione nei
contenuti e nei formati. Abbiamo parlato con i due fondatori, Pezzan e Brunoro, che ci
hanno raccontato la loro esperienza.

L’intervista

Come nasce LA CASE Books?
Giacomo: “Era il 2010 e Jacopo si era trasferito da un paio d’anni negli USA. Io invece
dopo 10 anni passati a Milano a lavorare tra radio, giornali, tv e case di produzione ero
tornato a vivere a Padova. Per tutti e due si trattava di un periodo di forti cambiamenti e
così quando Jacopo mi ha proposto quella che sembrava un’idea folle gli ho risposto
subito di sì, affascinato da quel salto nel buio. Così quando in Italia non era ancora
possibile acquistare ebook su iTunes, e Kindle Store era attivo soltanto per il mercato
USA, noi abbiamo inizia a pubblicare ebook e audiolibri in italiano e inglese sul mercato
internazionale. In questi 10 anni insieme non ci siamo dati limiti, facendo scelte a volte
molto azzardate o bizzarre, ma che ci hanno regalato grandi soddisfazioni”.


La rivoluzione digitale ha fatto nascere tantissime nuove realtà, però sono poche
quelle che hanno tagliato il traguardo dei 10 anni di attività. Qual è il vostro segreto?

Jacopo: “Hai perfettamente ragione, dopo un decennio sono poche le aziende figlie della
rivoluzione digitale che sono rimaste sul mercato. Noi per fortuna invece siamo in piena
espansione: per il 2020 stiamo producendo una serie di audiolibri originali dal taglio
cinematografico. Mi piace dire che la nostra casa editrice ha la testa a Los Angeles e il
cuore a Padova: siamo riusciti a far convivere il pragmatismo americano e la creatività
italiana. In questi 10 anni abbiamo piazzato tanti titoli ai primi posti delle classifiche di
vendita di Apple Books, di iTunes, di Amazon Kindle Store e di Kobo. Siamo una realtà
editoriale indipendente al 100%: essere piccoli ci permette di muoverci con agilità, ma
l’innovazione resta una scelta obbligata in una settore ultracompetitivo come questo”.


Vivete in due continenti diversi, Jacopo a Los Angeles e Giacomo a Padova: com’è
organizzato il vostro lavoro?

Jacopo: “Ogni anno tra settembre e ottobre io e Giacomo ci troviamo qui in California per
stendere il piano editoriale per l’anno successivo. Los Angeles è una città decisamente
folle, ma è il punto ideale per osservare i nuovi trend del mercato globale, una fonte di
ispirazione continua per capire quali storie raccontare, come nel caso di Pablo Escobar:
siamo stati i primi in assoluto a pubblicare la biografia del narcotrafficante colombiano in
ebook in italiano, anticipando la moda dei narcos che poi ha invaso il mercato sulla scia
del successo della serie tv prodotta da Netflix”.


Qual è la vostra linea editoriale?
Giacomo: “La linea editoriale è volutamente ULTRAPOP: testi di infotainment, per la
maggior parte saggi e monografie che si leggono o si ascoltano in qualche ora, con
sporadiche incursioni nella fiction. Siamo stati i primi a pubblicare audiolibri in italiano
dedicati al true crime con titoli di enorme successo in digitale come la storia di Felice
Maniero
e quelli dedicato ai delitti del Mostro di Firenze e al caso Amanda Knox, che
hanno venduto molto sopratutto anche nelle loro versioni in lingua inglese. Anche
l’audiobook dedicato ai misteri dell’Area 51 e la biografia di Josef Mengele sono due nostri longseller. Ci sono stati degli esperimenti che non hanno funzionato, come la collana
dedicata alla fantascienza e le graphic novel digitali. Mi piace ricordare però la collana
POPCORN diretta da Matteo Strukul
con cui abbiamo pubblicato autori come Victor
Gischler, Hal Duncan e Anthony Neil Smith
, ma anche la collaborazione con Altair4
Multimedia
, una delle più importanti realtà internazionali per la divulgazione di storia e
archeologia attraverso le piattaforme digitali. In questi anni infine abbiamo fatto esordire
tanti autori che poi hanno pubblicato con editori molto più grandi di noi, penso a Carlo
Callegari, Natascia Pane o Laura Orsolini”.


In questi mesi tutto il mondo ha dovuto imparare a convivere con l’emergenza
Coronavirus. Quali sono stati i cambiamenti nel mondo dell’editoria digitale per il
vostro lavoro?

Jacopo: “Una delle caratteristiche del mercato digitale è la sua continua evoluzione e
questo negli anni ci ha insegnato ad essere sempre agili e dinamici. Giusto per
fare un esempio, tra il 2010 e il 2013 ad esempio gli ebook per noi rappresentavano il 70%
del fatturato, oggi invece la proporzione si è ribaltata con gli audiolibri che giocano un
ruolo fondamentale. Se dovessi azzardare una previsione direi che nel futuro il peso
dell’audio sarà sempre maggiore”
Giacomo: “Da un punto di vista pratico l’emergenza Coronavirus non ha impattato
moltissimo sul nostro lavoro: da anni collaboriamo con un team sparso in mezzo mondo
quindi siamo abituati alle videochiamate, allo smartworking e tutto quello che in questi
ultimi mesi è di colpo diventato indispensabile. LA CASE Books è nata come azienda
liquida
e da sempre ha sfruttato tutte le potenzialità e le possibilità offerte dal digitale. Dal
punto di vista del mercato digitale invece questa situazione ha portato a una brusca
accelerazione: come dicevo un paio di settimana fa in un’intervista a Repubblica
Affari&Finanza questa situazione di emergenza ha rappresentato la più grande
alfabetizzazione digitale di massa della storia moderna, con il risultato che tutti i mercati digitali hanno subito un’impennata. Ora bisognerà capire come evolverà la situazione una
volta che l’emergenza sarà superata (speriamo il prima possibile!)”.


Prima di chiudere una domanda classica: progetti per il futuro?
Jacopo: “Siamo appena usciti con un instant ebook dedicato a come il Coronavirus ha
cambiato le nostre vite. L’ebook si intitola “Quello che abbiamo capito del virus” ed è
firmato da Matteo Corfiati, giornalista e autore televisivo milanese. Con questo titolo
peraltro inizieremo a sperimentare anche un mercato per noi inedito, quello dei libri
cartacei! Siamo nati come 100% digitali e finora abbiamo fatto soltanto brevi incursioni nel
mondo del libro tradizionale, come con il libro #Porvenir #Selfie #Cuoremio di Carlo
Callegari e Francesco Maria Dominedò
. Quest’anno vogliamo provare a pubblicare
qualche libro cartaceo in più per continuare ad allargare la nostra proposta, anche se non
saranno certamente libri tradizionali. E poi tanti audiolibri, abbiamo diversi progetti in
lavorazione che usciranno nei prossimi mesi. Siamo davvero curiosi di scoprire quale sarà
il nostro primo titolo del 2030, ma per questo dobbiamo aspettare ancora una decina
d’anni…”.

Website | + posts

Amore e Cultura sono “la risposta”, oltre a 42 ovviamente.
Se ci credi anche tu, se cerchi, se sei curioso, se come l’orizzonte i tuoi obiettivi fanno un passo avanti ogni volta che ne fai uno tu, resta con noi.
Seguici, condividi, contribuisci.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

più popolari

19 aprile 1999. Berlino capitale della Germania al Reichstag. Amnesie selettive e applicazione delle regole.

Dopo quasi dieci anni esatti dalla caduta del Muro di Berlino, il 9 novembre 1989, si conclude formalmente, il 19 aprile del...

V maggio 1821, Alessandro Manzoni. Una lettura e lezione audio da ascoltare.

Ei fu. Siccome immobile,dato il mortal sospiro,stette la spoglia immemoreorba di tanto spiro,così percossa, attonitala terra al nunzio sta,muta pensando all’ultimaora dell’uom...

Il 25 Aprile e il rispetto della storia.

L'argomento può essere politicamente scottante, ma dal punto di vista di un progetto che si chiama Love and Culture le opinioni politiche...

Intervista a LA CASE Books – 10 anni di bestseller digitali

Tra i titoli di maggior successo dell’editore californiano l’audiolibro dedicato alla storia diFelice Maniero, MindFoodNess di Emanuel Mian, e quello sui misteri...

ISCRIVITI


    Non Accetto

    Commenti recenti